Una dieta dimagrante che ha alla base un solo alimento, come il limone, può essere efficace per perdere qualche chilo di troppo in non più di una settimana ma, essendo una dieta squilibrata, bisogna seguire tutti i passi necessari, ed abbinarla all’esercizio fisico e all’assunzione di due litri d’acqua.

Le proprietà del limone

Il limone, coltivato in Italia (soprattutto al sud) fin dal X secolo, ed oltre a essere un frutto presente in molti piatti, dagli antipasti ai dolci, è un vero e proprio farmaco.

Il suo succo contiene acido citrico e le vitamine B, C e P, mentre nella sua buccia sono presenti cumarine, limonene e citrale, le sostanze che gli conferiscono l’aroma e il colore giallo.

E’ un buon battericida, un antisettico, un antiarteriosclerotico, un fluidificante sanguigno, un antiemorragico e facilita la digestione, stimolando anche il fegato e il pancreas. Chi è affetto da anemia, può provare il limone perché il suo alto contenuto di vitamina C può aiutare ad assimilare il ferro.

Il limone è in grado di favorire l’eliminazione di scorie, aumentando la riserve delle sostanze alcaline presenti nel sangue, il che aiuta l’apparato urinario ad espellere acidi urici. Grazie a questi processi, questo agrume può aiutare a prevenire delle patologie come la gotta o l’artrite.

Viene consigliato, inoltre, nel caso di nausee, diarree, reumatismi, inappetenze, bronchiti e per riequilibrare e tonificare il proprio corpo.

Per gli usi esterni, grazie alle sue azioni antisettiche, può lenire le punture degli insetti e favorire il processo di cicatrizzazione di piccole ferite.

La dieta

Questa dieta, della durata di sette giorni, può aiutare a perdere tre chili, ma deve essere seguita da una dieta di mantenimento ed è meglio chiedere consiglio al proprio medico curante, prima di iniziarla, soprattutto se si è affetti da qualche problema di salute, come una gastrite. Inoltre, il limone può apportare dei danni allo smalto presenti sui denti.

Per colazione e per i due spuntini di metà mattina e metà pomeriggio, si deve bere della limonata, abbinata a dello yogurt, della frutta.

Gli altri due pasti principali, il pranzo e la cena, devono essere entrambe frugali, privilegiando soprattutto le verdure.

Si consiglia di bere la limonata anche prima di andare a dormire. L’acqua e il limone sono utili non solo per bruciare i grassi, ma anche per combattere il cattivo umore, la stanchezza e i mal di testa, aiutando anche a migliorare la propria concentrazione.