In molti dicono di voler dimagrire, ma non tutti ci riescono come vorrebbero. Alcuni, non riescono a seguire tutti i passi necessari, per una ragione o l’altra.

L’atteggiamento mentale

Deepak Chopra sostiene che se si ingrassa, il problema è fisico ma nasce sicuramente dalla propria mente. Infatti, l’aumento dell’appetito, in alcuni casi, può essere causato dallo stress o dall’ansia, e porta per lo più a mangiare dolci o altri snack poco sani, soprattutto se questi “attacchi” si verificano quando si è al lavoro o comunque fuori casa.

Prima di infilare la testa nel frigorifero, o passare in rassegna ciò che offre un distributore automatico, è bene porsi delle domande come “ho veramente fame?”, “voglio mangiare perché non so che fare?”. Se la risposta a queste domande è no, occorre valutare se si può fare qualcos’altro, in modo da non dover pensare al cibo.

Una cosa che si dovrebbe evitare di fare, se si vuole iniziare un trattamento dimagrante, è quello di svalutarsi. Se ci si guarda allo specchio e quello che vi si trova riflesso non ci piace (e non solo per i chili di troppo) è ovvio che non si riesca a dimagrire o a migliorare il proprio aspetto.

Se si vuole cambiare in maniera positiva, un briciolo di amore per se stessi è indispensabile. L’ideale sarebbe di ripetersi alcune frasi nella propria mente, prima di iniziare la giornata, del tipo “oggi è un nuovo giorno”, “sarà una bella giornata”, “riuscirò a fare qualcosa di diverso”, etc. Può sembrare banale, ma continuando a ripeterle a se stessi, tutti giorni, alla fine si potranno ottenere dei risultati.

Cercare delle alternative

E’ inevitabile che a metà della mattina e del pomeriggio, si possano avvertire dei morsi della fame, ed è possibile fare degli spuntini, ma in maniera sana, preferendo a merendine o a patatine della frutta, dei succhi ricavati da essa o dello yogurt. Ci si deve ricordare che i break mattutini e pomeridiani non sono dei veri e propri pasti, ma qualcosa per spezzare la fame in attesa dei pasti principali, e quindi è meglio che siano leggeri.

Delle tecniche di rilassamento, come la meditazione, lo yoga o il rebirthing, aiutano ad assumere un atteggiamento più positivo, e a liberarsi di paura ed ansie, che spesso spingono a una fame nervosa.

La mente e il corpo sono sempre collegate l’una all’altro e, quindi, se si vogliono ottenere dei risultati dal punto di vista estetico, bisogna prima convincersi di potercela fare e di diventare sicuramente più belle.

Cosa mangiare per dimagrire in poco tempo?

Una volta eliminati i cappotti dal guardaroba, le donne si chiedono spesso cosa mangiare per dimagrire in fretta. La bella stagione scopre i chili di troppo nascosti bene in inverno. Gli alimenti per una dieta efficace si trovano nella frutta e verdura che hanno il duplice beneficio drenante e dimagrante.

Perdere peso velocemente: la scelta dei cibi giusti

L’ideale sarebbe liberare la dispensa e il frigo dalla tentazione dei cibi grassi, come snack merendine e salse ipercaloriche, a favore di frutta e verdura selezionate che aiutano a dimagrire. Eccone alcune:

Ananas

E’ il rimedio naturale più conosciuto e usato dalle donne per le molte proprietà racchiuse dentro il frutto con il caratteristico ciuffo verde. L’ananas ha un forte potere disintossicante nell’organismo in quanto contrasta la ritenzione idrica. Elimina i liquidi e le tossine in eccesso favorendo lo scioglimento dell’adipe localizzata nelle zone inferiori del corpo. A soffrire maggiormente di cellulite e grasso sono infatti le gambe, fianchi e addome delle donne. Si consiglia di mangiare l’ananas al mattino per attivare i processi metabolici e mai gettare nell’umido il suo gambo. Qui si concentrano tutti i segreti di un frutto drenante e dimagrante.

Pompelmo

Un gesto semplice da ripetere ogni giorno è spremere un pompelmo e bere il suo succo. Studi scientifici hanno spiegato le ragioni del calo di peso corporeo dovuto all’assunzione del frutto succoso. Attiva il processo metabolico dell’organismo perché ricco di fibre. I suoi ingredienti d’origine vegetale abbassano l’insulina nel sangue che, se presente in grande quantità, aumenta l’appetito. Tale ormone trasforma l’accumulo di zuccheri in adipe visibile nel corpo. Il pompelmo è adatto per una dieta sana ed equilibrata ma non bisogna abusare del suo succo quando si soffre di disturbi addominali e segue una cura farmacologica.

Finocchi

E’ l’ortaggio numero uno contro gli attacchi di fame improvvisa durante la dieta, spuntino irrinunciabile placa la voglia di cibo durante la dieta. Contiene anetolo, una sostanza aromatica che ricorda i semi di anice e ha una polpa tenera con foglie grandi costituite da striature.  Per garantire gli effetti dimagranti il finocchio va masticato con lentezza, possibilmente crudo. A basso contenuto di sale e con poche calorie favorisce la diuresi eliminando i liquidi in eccesso. Il finocchio assicura un ventre piatto contrastando il gonfiore addominale e riattiva le funzioni digestive.

Lattuga

Esistono diverse varietà di lattuga nei banchi dei mercati o presso i rivenditori di fiducia. Nelle campagne d’Italia si coltivano almeno una decina di tipologie di lattughe. Dalla Valeriana, la Lollo alla Pesciana toscana c’ è l’imbarazzo della scelta per la creazione di un insalata ricca di salute da condire con un filo d’olio, limone e poco sale. L’ alto contenuto di fibre e vitamine presenti nella lattuga hanno un effetto detox per il corpo, danno un senso prolungato di sazietà.  Accelerano il processo metabolico facilitando lo scioglimento del grasso cutaneo.

I dolci che non fanno ingrassare

Sembra impossibile trovare dei dolci che si possono mangiare tranquillamente senza ingrassare, eppure se ne possono trovare alcune ricette che non contengono troppo grassi o zuccheri, soprattutto nella cucina macrobiotica.

Ingredienti alternativi

Preparare dei dolci senza un grande quantità di zucchero, latticini, uova e lieviti chimici è possibile, soprattutto nell’ambito della pasticceria naturale e macrobiotica. Per prepararli basta utilizzare ingredienti di origine vegetale.

Al posto dello zucchero bianco e raffinato o di quello di canna, nei dolci macrobiotici vengono utilizzati altri dolcificanti, come:

  • lo sciroppo d’acero, ottenuto cuocendo la linfa degli omonimi alberi con alcune spezie;
  • il malto di riso, ricavato dal riso integrale germogliato;
  • il malto di orzo, estratto dall’orzo germogliato;
  • frutta secca non trattata.

Per sostituire il burro, invece, si può optare per degli oli vegetali, dello yogurt bianco o per la margarina. Quest’ultima, tuttavia, dovrebbe essere del tipo che si acquista nei negozi di alimentari naturali, non di una varietà commerciale.

Chi non vuole rinunciare alla marmellata, può sempre acquistarla in un negozio di alimenti biologici oppure prepararla da sé.

Delle idee per preparare dei dolci più sani, possono venire anche da parte della pasticceria vegetariana o vegana, che offrono per lo più dolci preparati con la frutta, che sono delle delizie naturali di per sé.

Ricette di dolci che non fanno ingrassare: la torta Sacher

Si possono trovare diverse ricette su internet e sui libri di dolci macrobiotici, adatti a chi è in sovrappeso e vuole evitare i grassi e a chi è affetto diverse patologie, come il diabete e il colesterolo.

Annaliese Wollner, nel suo libro dal titolo Il libro della Pasticceria Naturale e Macrobiotica, riporta ben 150 dolci senza zucchero e latticini. Tra questi si può trovare una versione alternativa della torta Sacher. Per prepararla occorrono:

  • 1 kg di bulgur (frumento integrale in chicchi) macinato a semolino;
  • 500 g di nocciole tritate;
  • 500 g di tofu;
  • ½ tazza di malto di riso;
  • 1 tazza di carruba (polvere ricavata dai frutti del carrubo, il suo sapore è simile a quello del cacao);
  • scorza di limone grattuggiata;
  • un po’ di vaniglia;
  • un po’ di sale marino.

Si deve mescolare il semolino con le nocciole, la vaniglia, il sale marino, la scorza d’arancia e la carruba. Si frulla il tofu con mezzo litro di acqua e il malto di riso, per poi aggiungere il composto agli altri ingredienti e la si lascia riposare per dieci minuti.

Si versa l’impasto in una teglia e si lascia cuocere per un’ora a 200°. Una volta fredda, si ricopre con una crema di carruba, ottenuta sciogliendo due cucchiai di margarina, cinque di crema di nocciole e, una volta tolto la crema ottenuta da questo due ingredienti dal fuoco, poco alla volta vi si può aggiungere la carruba e tre cucchiai di concentrato di mela e pera.

I metodi naturali per dimagrire

La scelta di prodotti disponibili in natura favorisce la perdita di peso e lo scioglimento del grasso superfluo depositato nel corpo. Esistono semplici metodi per dimagrire, da preparare a casa senza spendere cifre astronomiche come i frullati e l’aggiunta di spezie nei piatti.

Dimagrire con gusto: frullati e spezie

Se i rotolini di grasso sono il cruccio per tutte le donne, meglio affidarsi ai rimedi naturali per avere un corpo tonico da sfoggiare in estate senza timori e imbarazzi.

I frullati

La frutta e la verdura offrono da sempre preziose ricette per snellire la silhuotte, fare il pieno di vitamine e rimanere in forma tutto l’anno.

  • Frullato di ananas: aiuta a perdere peso con il suo effetto drenante ed elimina così i liquidi in eccesso. Il corpo apparire sgonfio e la cellulite meno visibile. E’ possibile aggiungere qualche kiwi maturo per migliore la dolcezza del frullato o un’arancia succosa, entrambi ricchi di vitamina C
  • Frullato di mela: ha un alto elevato contenuto d’acqua, il sapore è delizioso e in più la mela ha la proprietà di calmare l’appetito e la fame nervosa. Con l’aggiunta di succo di limone il connubio servirà anche ad accelerare il metabolismo e bruciare quindi più calorie.
  • Frullato di cetriolo: ideale per bruciare il grasso localizzato e liberarsi in fretta dai chili superflui, il cetriolo è costituito dal 95% di acqua e le sue calorie si avvicinano allo zero. Regala un senso di sazietà e contrasta il ristagno dei liquidi. Qualche fettina di zenzero e lime darà al frullato maggiore freschezza e ne esalterà il suo gusto.
  • Frullato di sedano: chi non ama sgranocchiare il suo gambo può tranquillamente frullarlo fino a renderlo cremoso con un bicchiere d’acqua. Il sedano è un vegetale a cui vengono attribuite virtù drenanti e disintossicanti. Aiuta a smaltire i cuscinetti adiposi e diminuisce l’appetito grazie anche alle fibre presenti al suo interno.

Le spezie

Una buona abitudine per condire ogni piatto è utilizzare le spezie che, oltre a regalare sapore ai cibi, apportano benefici per chiunque voglia mantenersi in forma.

  • Pepe nero: è tra le spezie più comunemente usate in cucina anche se non sono molti a conoscere le sue qualità dimagranti. Si chiama piperina il composto presente nel pepe nero che attiva il processo metabolico e garantisce la diminuzione dei chili superflui.
  • Cardamomo: stesso discorso vale per i semi di una pianta originaria dei paesi tropicali da mettere in bocca e sgranocchiare durante la giornata o usarli come ingredienti preziosi per le insalate o le verdure. Il cardamomo contribuisce a bruciare le calorie e smaltire gli accumuli adiposi nel corpo.
  • Curry: l’utilizzo di questa spezia è adatta specialmente a tutte le persone che interrompono una dieta all’improvviso a causa degli attacchi di fame incontrollata. Studi medici hanno dimostrato che il curry ha la capacità di frenare l’appetito e mantenere una piacevole sensazione di sazietà

La migliore dieta per dimagrire in fretta

Il ciclo delle stagioni è così veloce che ritrovarsi in sovrappeso in estate capita a molte persone. La prova costume quest’anno verrà superata egregiamente con la migliore dieta per dimagrire in fretta. Zero carboidrati, fibre in abbondanza, litri di acqua con l’aggiunta di zenzero e limone miracolosi.

Dieta lampo: i segreti per dimagrire velocemente

Perdere peso in poche settimane è possibile senza l’assunzione di carboidrati come la pasta il pane e i suoi derivati. Basta sostituire il glutine con le proteine a basso contenuto di grassi e ricchi di fibre e bere molta acqua. Ecco la migliore dieta per dimagrire in poco tempo:

Colazione                                       

Appena alzati mettete a bollire due litri d’acqua, succo di limone a cui aggiungerete a fuoco spento 7 fettine di zenzero. Vi servirà come unica bevanda giornaliera da sorseggiare in qualsiasi momento. Iniziate sempre il mattino con questo infuso che va bevuto tiepido e ha un effetto diuretico e snellente sul corpo. Come prima colazione è possibile variare durante la settimana alternando diversi frutti che contrastano la ritenzione idrica e attaccano i tessuti adiposi.  Prendiamo ad esempio l’ananas tagliata a fette, la mela rossa, l’anguria o il melone. Poche calorie ricche di gusto e donano una sensazione di sazietà.

Gli spuntini

Il segreto per dimagrire velocemente è fare più spuntini durante il giorno. Tipo a metà mattinata e il pomeriggio per colmare il buco allo stomaco e placare le urla della fame.  E’ consigliabile una pausa leggera verso le 10 del mattino e le 4 del pomeriggio. La scelta può variare ogni giorno dallo yogurt a qualche foglia di finocchio o carota che mangiate a crudo aiutano ad arrivare al pranzo e alla cena controllando l’appetito. Tenete sempre a portata di mano la bottiglia con l’infuso di acqua, limone zenzero e bevete spesso.

Pranzo

Preparatevi con calma al pasto principale della giornata e sedetevi davanti alla tavola colorata di pomodori rossi tagliati a fette, insalata mista e verdure a scelta. Alimenti che non vanno centellinate in piccole porzioni ma conditi con parsimonia. Un filo d’olio extravergine, limone e la sostituzione del sale con le tante erbe aromatiche. Il rosmarino la menta l’aneto o il prezzemolo sono un’ottima alternativa al condimento ricco di sodio. Come carne scegliete sempre il taglio più magro e preferite quella bianca rispetto alla rossa. Il petto di pollo ai ferri è un piatto salutare e veloce, fonte di proteine essenziali per migliorare il tessuto muscolare e accelerare il metabolismo corporeo.  Chi vuole perdere peso ha bisogno del pesce come alimento frequente in quanto ricco di minerali e Omega tre e sei che abbassa il colesterolo cattivo e facilita lo smaltimento dei grassi presenti nel sangue, responsabili del sovrappeso.

Cena

Per la sera è meglio utilizzare verdura cotta che garantisca una buona digestione e concili il sonno. Via libera agli spinaci lessati e la cicoria che purifica l’intestino. Il piatto principale per la cena può variare: due uova sode alle settimana, un formaggio light in fiocchi carne magra o pesce. L’importante è modificare il menù giornaliero e renderlo vivace e gustoso alla vista e non solo al palato.  Un vitino da vespa per un bikini sgambato? Bollite le cipolle e conservate il brodo per una tisana snellente prima di andare a dormire. Il sapore non è dei migliori ma gli effetti benefici sul corpo aiuteranno a mandare giù l’infuso.